LAMPADA BLOM FONTANA ARTE

LAMPADA BLOM FONTANA ARTE

Nuovo prodotto

Lampada BLOM di FONTANA ARTE con diffusore in polietilene opalino bianco latte, petali in policarbonato e base in alluminio verniciato.

Maggiori dettagli

4 Articoli

119,00 € tasse incl.

Scheda tecnica

AZIENDA Fontana Arte
PAESE DI PRODUZIONE Italia
DESIGNER ANDREAS ENGESVIK
ANNO DI PRODUZIONE 2013
UTILIZZO INTERNO
STILE MODERNO
MATERIALE POLICARBONATO
MISURA h. 24 × ø 15
LAMPADINE 1×11W E14 (FL) _ 590 lumen
PARALUME Vetro
NUMERO COLLI 1
PESO 7 kg
NOTE Per la scelta dei materiali, fare riferimento agli allegati PDF sotto alla descrizione, dove potrete trovare tutti i colori e le caratteristiche tecniche.
INFORMAZIONI Il nostro studio tecnico e di progettazione può fornirti tutti i servizi, dal rilievo alla progettazione nei minimi dettagli con disegni tecnici e ambientazioni. Via Firenze 4 - 65100 Pescara (It) Tel/Fax 085.4223075 info@liberatosciolicasa.it
CONSEGNA In 3-4 settimane, il tuo ordine sarà evaso dal nostro servizio di logistica in modo sicuro e conveniente e consegnato all'indirizzo indicato nell'ordine, tramite i migliori partners logistici specializzati nella gestione di prodotti fragili.
MONTAGGIO Facile
GARANZIA Garanzia del produttore (min. 2 anni)

Dettagli

Lampada da tavolo. Diffusore in polietilene opalino bianco latte, petali in policarbonato, base in alluminio verniciato. Emissione luminosa diffondente e regolabile grazie alla rotazione sulla base dei petali. Disponibile in 4 colori: rosso rubino, grigio seta, verde pallido e giallo. Interruttore su cavo trasparente.

Table lamp. Diffuser in milk white opaline polyethylene, petals in polycarbonate, base in painted aluminium. Diffused light emission adjusted by moving the petals. Available in 4 colours: ruby red, silk grey, pale green and yellow. Switch on transparent cable.

Tischleuchte. Diffusor aus opalweißem Polyethylen, Blütenblätter aus Polycarbonat, lackierte Aluminiumbasis. Licht streuend, durch die Bewegung der Blütenblätter regulierbar. Erhältlich in 4 Farben: Rot, Grau, Grün und Gelb. Schalter an transparentem Kabel.

Lampe de table. Diffuseur en polyéthylène blanc laiteux opalin, pétales en polycarbonate, base en aluminium laqué. Émission de lumière diffusée, réglable par déplacement des pétales. Disponible en 4 couleurs: rouge rubis, gris soie, vert pâle et jaune. Interrupteur sur câble de couleur transparent.

Lámpara de sobremesa. Difusor de polietileno opalino blanco leche, pétalos de policarbonato, base de aluminio pintado. Emisión luminosa difusa regulable moviendo los pétalos. Disponible en 4 colores: rojo rubí, gris seda, verde pálido y amarillo. Interruptor en cable de color transparente.

DESIGNER : ANDREAS ENGESVIK

Nato nel 1970 si laurea in storia dell’arte presso l’Università di Bergen (1991/1995) e studia poi design al National College of Art and Design.

Nel 2000 si laurea in design e nello stesso anno fonda lo studio Norway Says. Nel 2009, dopo 6 anni di collaborazione, si mette in proprio e apre il suo studio Andreas Engesvik, Oslo.

Il suo studio lavora in diversi settori: dall’arredamento, a oggetti per la tavolo all’industrial design per vari clienti, tra cui Iittala, Muuto, Ligne Roset and Asplund; ottiene diversi riconoscimenti a livello internazionale.

Fondata nel 1932 da Luigi Fontana, titolare di una importante industria impegnata nella lavorazione del vetro, e da Gio Ponti*, FontanaArte muove da subito lungo un preciso percorso di ricerca: declinare in nuovi linguaggi espressivi le potenzialità di un materiale come il vetro, la cui identità era stata completamente trasformata dalle possibilità tecniche dell’industria moderna. Da sempre impegnato nella definizione di una nuova grammatica della decorazione contemporanea, Gio Ponti trova in Pietro Chiesa* un perfetto compagno di strada. Insieme, i due fanno rapidamente di FontanaArte uno dei più importanti protagonisti della elaborazione del paesaggio domestico italiano della prima modernità. Una ricerca che si nutre della collaborazione con numerosi artisti di primo piano e che trova il proprio terreno privilegiato d’azione nel progetto dei grandi interni borghesi, autentici laboratori sperimentali nei quali mettere a punto i modelli della successiva produzione di serie.

Arredi, soprammobili, oggetti d’arte, specchi, lampade: la produzione di FontanaArte coinvolge tutti gli elementi della casa. Ponti e Chiesa sembrano particolarmente interessati al costante confronto fra forme, tecniche e lavorazioni tradizionali con le innovazioni e le possibilità offerte dalla grande produzione industriale. E’ un dialogo costante e profondo, che costituisce la radice e l’identità stessa dell’azienda.

Di questa stagione di straordinaria creatività rimangono ancora oggi tracce importanti nel catalogo di FontanaArte, dove gli oggetti disegnati da Ponti e Chiesa hanno ormai assunto lo statuto del classico. La fine del conflitto mondiale coincide con un radicale mutamento dello scenario sociale e culturale del Paese. Le nuove condizione richiedono una riorganizzazione della produzione così come un ridefinizione dei prodotti.

Agli oggetti straordinari, pensati alla scala delle importanti residenze borghesi, si devono sostituire prodotti adeguati alle nuove dimensioni dell’appartamento. Alla tradizionale clientela d’élite si affiancano ora nuovi acquirenti. Pur nella difficoltà del momento, FontanaArte non cede alle tentazioni del prodotto popolare: nonostante sia ormai entrata nell’orbita di un gruppo multinazionale molto attento alle dinamiche del mercato, le sirene del ‘grande numero’ non riusciranno mai a sedurre fino in fondo FontanaArte.

Ciò che cambia non è l’idea della qualità, quanto e soprattutto il linguaggio, dove alla predominante ricerca estetica si comincia ad affiancare una diversa attenzione alle esigenze funzionali d’uso. Del resto, grazie anche alle sperimentazioni degli anni precedenti, anche in Italia si va affermando una nuova cultura del progetto moderno, che trova proprio nel rapporto fra funzione, uso e materiali la propria matrice formale.

Pur rimanendo vicino all’azienda, Gio Ponti non è più il direttore artistico. Al suo posto nel 1954 si insedia Max Ingrand*, sotto la cui guida FontanaArte procede, forse senza acuti, ad una progressiva modernizzazione. A guidare l’evoluzione di FontanaArte è soprattutto il settore dell’illuminazione, dove il rapporto fra tecnica e prestazione, fra forma e progetto, impone un più incisivo rinnovamento.

Richiamato nel 1967 alla direzione artistica, Gio Ponti riesce a sintetizzare in alcune lampade straordinarie il senso del percorso compiuto: la serie Pirelli, la Bilia, i Cartocci rimangono tutt’oggi modelli di perfetta compiutezza. Oltre ai progetti di Ponti non si possono dimenticare alcuni progetti disegnati dall’ufficio tecnico di FontanaArte: tra gli altri la lampada Uovo e alcuni arredi realizzati con semplici lastre di vetro temperato e colorato, esempi di folgorante modernità.

Recensioni

Scrivi una recensione

LAMPADA BLOM FONTANA ARTE

LAMPADA BLOM FONTANA ARTE

Lampada BLOM di FONTANA ARTE con diffusore in polietilene opalino bianco latte, petali in policarbonato e base in alluminio verniciato.

30 altri prodotti della stessa categoria:

Scarica